BIBLIOTECA

MAURO NOVELLI

La finestra di Leopardi, Feltrinelli,2019 – Mauro Novelli, docente all’Università degli Studi di Milano e vicepresidente di Casa Manzoni, sceglie di raccontare le case degli autori che tutti abbiamo conosciuto a scuola: Petrarca, Manzoni, Gozzano, Pavese, D’Annunzio, Pascoli, Leopardi, Pirandello, Deledda, Moravia sono le fondamenta della nostra identità nazionale. “Un ritorno in pagine, in luoghi dove siamo già stati.” Non è un saggio accademico né una mera guida di viaggio, ma una vera e propria esperienza che nasce dal connubio fra ciò che si vede, ciò che gli autori ne hanno scritto e ciò che è capitato in quegli ambienti, perché, ci ricorda l’autore, “le case possiedono una straordinaria potenzialità narrativa”. Potenzialità che ques¬to volume valorizza grazie al ricco inserto fotografico che consente al lettore di rivivere i luoghi, gli oggetti, i dettagli evocati.

Prezzo: 18,00 € (Consigliato per il secondo biennio e ultimo anno superiore CIAL)

ALBERTO CASADEI 

Dante. Storia avventurosa della Divina commedia dalla selva oscura alla realtà aumentata, Il Saggiatore, 2020 – Dante. Un uomo che ancora, dopo secoli, chiamiamo poeta nazionale. Autore della Divina commedia, da lui definita addirittura un «poema sacro», di certo l’opera grandiosa di un uomo tormentato dalle sciagure politiche, cacciato dalla patria e costretto a vagare per le corti italiane in cerca di ospitalità e sostegno. Nelle terzine del poema risuonano con fragore le lotte intestine che dilaniavano i comuni italiani e risplende l’amore del poeta per Dio, per Beatrice e per Firenze, che lo conduce alla contemplazione della più alta verità. La Divina commedia è universale ma è legata a vicende personali e contingenti. Come è arrivata fino a noi e come ha fatto a conservare una tale potenza? Alberto Casadei, intrecciando indagine storica e analisi poetica, ripercorre le tappe del poema, dalla prima circolazione nelle mani di Boccaccio e Petrarca fino alle più recenti interpretazioni, artistiche e persino informatiche. Perché l’eredità di Dante è tutt’altro che esaurita, e la Divina commedia continua a dialogare con l’umanità del presente e del futuro.

Prezzo: 18,00 € Consigliato a partire dalla seconda classe Paolo e Francesca.

Inferno, canto V, Garzanti, 2021 In ogni parte del mondo, quando si rievoca la storia di Paolo e Francesca da Rimini si pensa a una delle più intense e tragiche storie d’amore di tutti i tempi, emblema del fuoco che può travolgere i legami coniugali ed essere punito con la morte. Dando la parola a una donna, nel girone dei lussuriosi Dante ritrae il volto più delicato e sofferente della «malattia d’amore»: la passione di Francesca, il vincolo immortale che la lega a Paolo, il ricordo dolceamaro del «tempo felice», ora che è condannata al dolore eterno, sono caratteri inediti e rivoluzionari che fanno di lei – nella nuova lettura che ne dà qui uno dei più celebri dantisti italiani – una vera e propria eroina contemporanea.

Prezzo: 4,90 € Consigliato a partire dalla seconda classe Invettiva per l’Italia.

Purgatorio, canto VI, Garzanti, 20214 Il canto sesto del Purgatorio ha contribuito a fare di Dante un padre della patria e, in epoca risorgimentale, un punto di riferimento nella lotta politica per l’Unità: per la prima volta un poeta, nato a Firenze, condannato all’esilio e vissuto tra comuni in lotta tra loro e piccole corti, invoca un’entità ancora inesistente ma già desiderata – l’Italia di tutti coloro che condividono la discendenza dalla gloriosa Roma e la lingua del «sì». Ora che continue lacerazioni l’hanno consegnata a una miriade di piccoli tiranni e a una curia papale corrotta, ora che la domina è stata ridotta a serva, a nave priva di governante e in balia della tempesta, Dante spera con la sua invettiva di poter cambiare il corso della storia, ponendo un interrogativo valido ancora oggi: quali sono i fondamenti su cui si regge una nazione?

Prezzo: 4,90 € Consigliato a partire dalla seconda classe Inno alla Vergine.

Paradiso, canto XXXIII, Garzanti, 2021 Con il canto trentatreesimo del Paradiso, concluso pochi mesi prima di morire, Dante porta a compimento la grandiosa impresa del poema sacro. Partito dal punto più basso dell’universo e giunto al termine della propria ascesa al cielo degli angeli e dei beati, il pellegrino desidera ora avvicinarsi alla Trinità stessa: nasce così il suo inno alla Vergine, la più ardente e celebre delle preghiere. In un canto che comunica l’eccezionale fiducia nei mezzi della poesia – che con la sua qualità creativa, con le sue immagini e con le sue metafore riesce a fornire meglio di ogni altra espressione un’idea veridica dell’aldilà – Dante si fa degno di accostarsi al «sommo piacer», dominato da quell’amore verso Dio che lo spinge a unirsi a lui in un incontro che ha fatto di questi versi una tappa decisiva della nostra letteratura. Prezzo: 4,90 € Consigliato a partire dalla seconda classe

GIUSEPPE FERRARO

Fragilità. Cura della vita e legami di esistenza, Castelvecchi 2020 – Fragile è il senso che diamo alle cose che accadono. Fragili sono le parole. La debolezza, la vulnerabilità, la precarietà. È l’essere esposti al male e alla malattia. Fragile è il bambino, il vecchio, il migrante, il degente, l’indigente, chi è solo. Fragile è la propria stessa vita. Fragile è la bellezza. La forza del coraggio. La fragilità è rinchiusa in carcere, nelle scuole del buon Dio, nella miseria, nella fuga di popolazioni, nelle catastrofi e nelle epidemie. La terra è fragile. La tenerezza. Ma ognuno di noi è esposto all'”essere fra” la vita e il mondo, fra l’ignoto e il noto; ognuno ne porta il segreto in quel momento del “non ce la faccio” che si confessa solo a chi si ama. E ogni volta si tratta di ricomporre l'”essere fra”, trovare una relazione, una connessione, avere cura. E non basta la terapia come somministrazione del farmaco, ma il nostro starci accanto per ritrovare nella fragilità il segreto della comunità e il sapore della felicità.

Prezzo:17,50 € (consigliato per il secondo biennio e il quinto anno)

La memoria dell’amore. Sull’imparare le cose che non si possono insegnare, Chiarelettere, 2020 – La memoria dell’amore parte dall’analisi del quotidiano per portarci ad osservare che cosa sta succedendo, proponendo strumenti per affrontarlo e ipotesi di percorso. Nella premessa troviamo un immediato ancoraggio all’attualità, con una riflessione sul mondo postCovid o intro-Covid se preferiamo. Sono parole sagge ma non stucchevoli quelle che affida alla carta Ferraro, riflessioni argute che colpiscono durante la lettura e fanno da richiamo per l’attenzione, alla fine la sensazione è quella di assistere ad una lezione partecipata, ricca di interazioni frutto del vissuto di chiunque. Gli scenari che Giuseppe Ferraro disegna per noi fanno riflettere, ma al contempo esortano, danno fiducia, calmano le acque cicliche della crisi e dell’emergenza. La memoria dell’amore è sicuramente una delle migliori letture di questo periodo per trovare strumenti efficaci per interpretare la realtà complessa che viviamo.

Prezzo:15,00 € (consigliato per il secondo biennio e il quinto anno

ERALDO AFFINATI 

Via dalla pazza classe, Mondadori, 2019 – Da undici anni Affinati parla e scrive della scuola Penny Wirton per l’insegnamento della lingua italiana ai migranti che vede coinvolte a vario titolo migliaia di persone in numerose zone del Paese. Con questo libro, Via dalla pazza classe, ha sentito l’esigenza di riflettere, a partire dalla sua piccola ma preziosa esperienza, su certi interrogativi cruciali intorno ai quali, pur fra entusiasmi, lacerazioni e resistenze, sembra si stia formando una nuova coscienza europea. Prova così a rispondere ad alcuni interrogativi: Come nasce e si sviluppa l’idea di fondare una comunità didattica? Cosa significa voler raccogliere il testimone dalla generazione precedente per consegnarlo a quella che segue? Chi sono i ragazzi senza famiglia provenienti dal Terzo Mondo che, dopo aver attraversato mari e monti, arrivano in Europa? Perché, sostengono alcuni, dovremmo provare a uscire dal sistema retributivo che ci governa nel tentativo di affermare – a volte contro tutto e tutti, compresi noi stessi – un altro modo di vivere? In quale senso oggi stiamo conoscendo una crisi etica di forma nuova, singolarmente associata all’innegabile progresso tecnologico indotto dalla rivoluzione digitale? Cosa potrebbe voler dire “andare bene” o “andare male”, a scuola, sì, ma in fondo anche nella vita quotidiana di ognuno? I sei poli tematici di Via dalla pazza classe rappresentano delle possibili risposte, consapevolmente rischiose, a tali domande.

Prezzo:18,00 € (Consigliato per il secondo biennio e ultimo anno superiore)

L’uomo del futuro, Mondadori 2016, Eraldo Affinati fa i conti con una figura affascinante e ingombrante, in ogni caso ineludibile, quella del prete ed educatore Lorenzo Milani, e lo fa nella maniera a cui la sua scrittura ci ha abituato, ovvero con un corpo a corpo che è sempre, insieme, una lotta e un abbraccio. I capitoli del libro sono venti: i dispari raccolgono il diario, scritto da Affinati in seconda persona, in qualche modo parlando a sé stesso, della sua quête sui luoghi della vita del priore di Barbiana; i pari sono invece frammenti, appunti, istantanee di viaggi dello scrittore in giro per il mondo, alla ricerca di esperienze educative marginali e feconde, esperienze nelle quali egli vede sopravvivere (più che nella scuola italiana, compresa quella pubblica: ma su questo tornerò) lo spirito educativo e profetico di don Milani.È una struttura che giustifica due volte il sottotitolo del libro: Sulle strade di don Lorenzo Milani. Strade che sono, prima di tutto, quelle che don Milani ha effettivamente percorso nella sua vita, e sulle quali l’autore in qualche modo ora lo insegue; e poi le strade, periferiche e lontane, nelle quali la sua eredità è accolta, all’insaputa di loro stessi, da educatori e alunni sconosciuti, maestri di villaggio, suore della periferia del mondo: isole di resistenza e promesse di futuri possibili. La chiave di lettura del libro va probabilmente cercata in un momento in cui Affinati immagina che don Milani lo venga a visitare, gli parli.

Prezzo:12,00 € (Consigliato per il secondo biennio e ultimo anno superiore)

Il sogno di un’altra scuola, Pickwick, 2019 – Per raccontare ai ragazzi la vita di don Lorenzo Milani, sacerdote e grande maestro, Eraldo Affinati si è fatto aiutare da sei adolescenti davvero speciali: Tao, Amina, Mohamed, Romoletto, Manuela e Sofia. Ognuno di loro scopre così il famoso priore di Barbiana, dai giorni lontani in cui era solo un bambino ricco e privilegiato, fino a quando, schierandosi dalla parte dei poveri, è diventato uno dei più importanti personaggi dei nostri tempi: araldo e messaggero di un modo assolutamente nuovo di concepire la scuola, la religione, la politica e perfino la maniera di stare insieme. I capitoli, brevi e concisi, diventano validi esempi di lezioni interattive, utilizzabili in classe, dove gli studenti, con la freschezza e l’entusiasmo che li contraddistingue, fanno domande e commenti per approfondire le varie fasi di una straordinaria avventura umana.

(Consigliato per primo anno primo biennio)

GIANLUCA SANTISE

Cento battiti, Augh Edizioni, 2019 – In una notte di eccessi e velocità, Joey Diamond, un giovane broker londinese di successo, muore in seguito a un incidente stradale; il suo cuore sarà trapiantato nel corpo di Basilio, un uomo semplice, figlio di immigrati italiani e malato terminale. La narrazione romanzesca è affidata in modo molto originale al cuore stesso di Diamond e, come in una sorta di racconto di formazione, il punto di vista del ragazzo scatenato e vizioso cambia progressivamente, osservando in silenzio la vita del suo ospite, un individuo senza troppe pretese, col solo desiderio di tornare a vivere come un tempo, circondato dall’affetto dei propri amati familiari. E Basilio, dopo l’operazione, riuscirà con tenacia a tornare lentamente alla normalità, fino a quando un’ossessione non rischierà di rovinare tutto.

Prezzo:14,00 € (consigliato per primo biennio)

GIORGIO IERANÒ

Il mare d’amore. Eros, tempeste e naufragi nella Grecia antica, Larterza, 2019 – La tempesta d’amore, l’onda della passione, l’amante come naufrago. Il desiderio erotico ha un suo lessico marinaro che è entrato anche nel linguaggio comune. Ma il rapporto indissolubile fra l’amore e il mare nasce nella Grecia antica. Nelle saghe della mitologia gli amanti eroici (Teseo e Arianna, Giasone e Medea, Paride ed Elena) solcano le onde sospinti dal vento del desiderio. Isole e scogli sono spesso scenari dei drammi amorosi e un tuffo tra le acque, come quello di Saffo dalla favolosa rupe di Leucade, sigilla talvolta una storia infelice. Sullo sfondo c’è il culto della dea Afrodite che, per i greci, non era solo la divinità dell’amore ma anche una signora dei mari e una protettrice della navigazione. Tramite le parole dei poeti, dai lirici greci alle elegie di Ovidio, l’immagine del mare d’amore ha attraversato i secoli. Alla radice, un nucleo profondo, un senso drammatico dell’esistenza umana. C’è l’antica consapevolezza che oscure potenze divine, come il tremendo Eros, possono in ogni momento sconvolgere la vita dei mortali, vanificando ogni orgogliosa pretesa di autosufficienza. E c’è il senso, tipicamente greco, della vita come esperienza aperta e mai risolta, come scacchiera su cui il destino o il caso giocano la loro partita. Prezzo:18,00 € (consigliato a partire dal primo anno)

 

Parole della nostra storia. Perché il greco ci riguarda, Marsilio, 2020 – Il greco si annida anche là dove meno ce lo aspetteremmo. Basti pensare, per esempio, alla parola «attimo», che pronunciamo ogni giorno, e che probabilmente ha alle spalle àtomos, usato già da Aristotele nel senso di una «frazione di tempo indivisibile». Aveva dunque buon gioco John Keats nel dichiarare, a inizio Ottocento: «Siamo tutti greci. Le nostre leggi, la nostra letteratura, la nostra religione, le nostre arti hanno le loro radici in Grecia». Ma è proprio così? O la nostra sensazione di intimità con questi antenati è fuorviante? E la casa dei greci è davvero confortevole? Non c’è nulla di perturbante in quelle antiche stanze? Con stile brillante e tono colloquiale Giorgio Ieranò ci guida alla scoperta di quella che non è affatto un’eredità racchiusa in uno scrigno prezioso di cui noi siamo i fedeli e pacifici custodi, ma un percorso accidentato e labirintico, in cui le parole greche sono state giocate su diversi piani e nei modi più imprevedibili. Un’indagine che investe il lessico dell’anima (da «psiche» a «eros»), del sacro (da «Cristo» a «teologia»), della cultura (da «filologia» a «scuola»), e della politica (da «democrazia» a «economia»), fino a un termine tornato drammaticamente in auge in tempi recenti, «epidemia». Attraverso riletture illuminanti, storie e interpretazioni inedite, l’autore racconta le vicende di forzature e riscoperte, contaminazioni e metamorfosi che si perdono nel vortice caotico della storia. E, parlando degli antichi, parla anche un po’ di noi, di quel «noi» che siamo, o che vorremmo essere.

Prezzo:16,15 € (consigliato a partire dal primo anno)

DORELLA CIANCI e MASSIMO IIRITANO

Pensare da bambini. La sfida di Amica Sofia, Erickson 2020Il libro racconta l’esperienza di Amica Sofia, che da anni porta avanti percorsi di filosofia con bambini e ragazzi. La filosofia di Amica Sofia non è una materia che si insegna, bensì un modo di dialogare, una forma di attenzione, per usare un termine caro a Simone Weil: consiste nel mettersi in ascolto dei bambini e nel riscoprire insieme a loro le molte domande riguardanti l’esistenza, il rapporto con chi ci circonda, le prospettive per il futuro. A scuola si trasmette spesso un sapere strutturato che non corrisponde al domandare pieno di stupore con cui la curiosità si manifesta nel bambino. Amica Sofia intende mostrare come fare filosofia significhi anzitutto saper stare nella domanda, finché non si presenti una risposta plausibile (e mai, comunque, definitiva).

Prezzo:13,30 €

ADRIAN BRAVI

Il Levitatore, Quodlibet edizione, 2020 – Si raccontano in questo romanzo le avventure tragicomiche di Anteo Aldobrandi e le sue levitazioni, iniziate un bel giorno senza preavviso all’età di quattordici anni. Sono passati trent’anni: da allora non ha mai smesso di levitare e di sperimentare quella forza cosmica che lo tira su. Un giorno, però, sempre senza preavviso, un postino gli consegna una busta verde pastello contenente una denuncia della sua ex moglie. Da quel giorno Anteo si trova a dover fare i conti con una realtà sempre più schiacciante. Tenta di tutto per tornare a levitare, ma fallisce ogni volta, mentre le buste verde pastello, che continuano ad arrivargli una dietro l’altra, lo tengono sempre più ancorato alla terra, invischiato in un processo penale di cui non capirà mai fino in fondo le accuse. Tuttavia, come dice il suo amico orologiaio, l’arte della levitazione non si perde mai: «ti sembra che scompaia, ma alla fine, quando meno te l’aspetti, te la ritrovi sotto i piedi». Tra momenti di gravità e  «sgravità», microidee scartate, cassapanche che custodiscono il passato e rassicuranti oggetti della vita quotidiana il narratore di Bravi racconta con levità, appunto, una storia di non poco peso.

Prezzo: 15,00 € Consigliato a partire dalla seconda classe

CRISTINA DELL’ACQUA

Una SPA per l’anima. Come prendersi cura della vita con i classici greci e latini, Mondadori, 2019 – Spa è l’affascinante acronimo della locuzione latina Salus per aquam, la salute grazie all’acqua. Come l’acqua che, scaturita da fonti lontane da noi, ci disseta a valle, allo stesso modo alcune delle pagine più belle che gli antichi Greci e Latini hanno pensato e scritto, nutrono la nostra anima con sorsi di bellezza Tutti noi sappiamo che il segreto di una vita autentica dipende dall’attenzione che dedichiamo alla nostra anima, e nessuno è in grado di farlo meglio di noi. Ma come riuscirci? Chi si preoccupa più di insegnarcelo? Questo libro arriva in nostro aiuto perché scrittori latini e greci diventano maestri di benessere interiore. Ogni capitolo è una lettura che si prende cura di un aspetto del nostro carattere e ci aiuta a vivere meglio, rinnovandoci. La nostra personalità si costruisce cosmeticamente, in senso greco, cioè mettendoci in ordine, usando gli unguenti per ammorbidire i nostri spigoli e per prenderci cura di noi, del corpo, dei nostri sentimenti. Cosméo è un verbo ricco di segreti, perché il nostro corpo, quando è connesso con la nostra anima, la racconta. Una Spa per l’anima nasce dalla passione di Cristina Dell’Acqua, docente di greco e latino, che ha imparato con il tempo a frequentare i classici, sperimentandoli nella propria vita e in quella dei suoi tantissimi alunni. «I libri di Seneca, Eschilo, Sofocle, Euripide, Ovidio, Galeno, Quintiliano, Cicerone e Menandro ci parlano, in qualunque fase della vita, a condizione che li si stia ad ascoltare e, dentro di noi, li si trasformi da testi inaccessibili in libri dotati di virtù terapeutiche.»

Prezzo:17,00 € (consigliato per secondo biennio e quinto anno)